lunedì 5 marzo 2018

Galassia #3 olio su tela


Oggi in occasione della presentazione del terzo metodo di pittura della galassia, olio su tela (acrilico qui, acquerello qui) voglio parlarvi anche di un prodotto a mio parere valido.
Si tratta del nuovo album della Fabriano dedicato alla pittura ad olio, ma può essere usato anche per l’acrilico, che comprai più di un anno e mezzo fa, incuriosita dalla novità e dalla praticità di una simile innovazione.
Quando dipingo ad olio solitamente realizzo grandi tele, e il formato della Fabriano 30x40 seppur ideale non mi ispirava. Avevo fatto un bozzetto di un paesaggio (otto mesi fa), ma l’ispirazione mi aveva poi abbandonato. Avevo bisogno di un soggetto meno impegnativo per testare le potenzialità di questa carta tela.


copyright 2018 Marina Zanotta


La carta ha quasi la stessa trama della tela tradizionale; direi una via di mezzo tra il telo cartonato, che non amo granché, e la carta. Migliore rispetto al telo cartonato, ma non ha la stessa resa del "canvas 100% cotone" o nemmeno della tela in tessuto di canapa.
Spero nella foto successiva di riuscire a farvi cogliere la particolarità di questa carta-tela, pesante 300 g/m (140 lbs). 

Copyright 2018 Marina Zanotta

Ho voluto provare ad usarla senza fare il fondo (una o diverse stesure di bianco a seconda del tipo di lavoro), e ho lavorato direttamente sulla tela senza alcun trattamento, così come è uscita dalla fabbrica.

copyright 2018 Marina Zanotta

Ho abbondato con il colore, li ho mischiati direttamente sulla tela come faccio solitamente e ho ottenuto un risultato intenso.
Mi sono avvalsa dell’olio di semi di lino creando un olietto perché non sapevo se sarei riuscita a finirlo in giornata.
Questo ha ritardato e prolungato il tempo di asciugatura.
Sono molto soddisfatta della carta, del lavoro e del risultato, anche se mi sono resa conto che fotografare i dipinti ad olio non è facile, perché non si riesce a rendere giustizia alle varie sfaccettature del colore e alla sua consistenza.
Un dipinto del genere, realizzato con questa nuova carta tela, dato lo scarso ingombro, può essere tranquillamente incorniciato con cornici comuni, senza necessità di farne una su misura come si usa fare per le tele tradizionali.

copyright 2018 Marina Zanotta

Le stelle sono state fatte anch’esse con i colori ad olio ed il pennello (niente spazzolino da denti 😉, questo è un esperimento serio).
Se una nota critica devo fare a questa carta, è l’utilizzo del blocco come supporto, ormai ai bordi totalmente blu, e la non poca difficoltà a dipingere su singolo foglio sopra il cavalletto che risulta instabile. Si può al contrario dipingere al tavolo, sporcandosi notevolmente (non vi dico com’ero a fine lavoro), come ho provato a fare stando in piedi per avere il senso della prospettiva e lo sguardo d’insieme.
La promuovo comunque a pieni voti, e vi consiglio di provarla.
Ho iniziato a fare anche una galassia su canvas, ugualmente senza fondo, perché volevo comparare i due supporti, e ho riscontrato una diversità nell’assorbimento del colore.
Vi mostro un’anteprima anche se non è ancora terminato, poiché devo dare risalto ad alcuni punti luce e scurirne altri.


copyright 2018 Marina Zanotta

Quale mi piace di più tra i due?
Quello su cavalletto (il vero canvas)! Sarà che è diverso dagli altri modelli, tutti un po’ simili e fatti in questo modo apposta per paragonare le diverse tecniche, i supporti e i colori usati. In questo ultimo lavoro, la foto sovraesposta alla luce non trasmette la magia dei colori e delle sue sfumature ma vi assicuro che hanno un effetto unico. La scelta di non fare il fondo anche in questo caso, ha evidenziato bene la differenza dei supporti. Nella carta della Fabriano i colori rimangono più brillanti, ma è anche vero che ho usato il doppio della quantità di colore 😄, ma non si miscelano bene tra loro. Nel canvas ho molte più sfumature di colore, per questo lo preferisco.
Come vi sembrano questi due lavori?
Attendo le vostre impressioni nei commenti come sempre.
Alla prossima 


6 commenti:

  1. Grazie per avercela fatta conoscere.
    Ciao e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sempre emozionante provare nuovi materiali e testarne la resa, la qualità e i diversi possibili utilizzi :)
      Buona domenica!
      Marina

      Elimina
  2. Bellissimo post Marina! Grazie!
    Maris

    RispondiElimina

NOTE IMPORTANTI AL RILASCIO DEI COMMENTI
Gli utenti che decidono di lasciare un commento su questo blog devono essere informati che il loro username sarà visibile nella pagina web e potrà essere cliccato da altri utenti. Pertanto, siate consapevoli che ogni visitatore potrà conoscere il vostro Profilo Blogger o Google+, a seconda della impostazione scelta e qualora resi pubblici.
Visita la pagina sulla Privacy prima di proseguire.
I commenti saranno pubblicati in differita per la presenza di un moderatore.