domenica 17 marzo 2019

Icone

Riuscire a riprodurre un volto di una persona appena incontrata, è forse una delle cose più difficili da fare.
Richiede buona memoria, e la capacità di cogliere i particolari.
Con l’idea di voler creare una nuova icona per il mio blog, ho finito per disegnare un volto qualunque, frutto dell’immaginazione; un po’ come è successo per "il volto degli alberi".




Tuttavia, ha qualcosa di famigliare questo volto, e penso sia quello di qualcuno che incontro abitualmente, e che ho finito per memorizzare.
Ad ogni modo, l’idea era quella di esagerare alcuni particolari, proprio per farne una icona, e non realizzare un vero e proprio ritratto.
Del lavoro fatto, mi piace l’intensità dello sguardo, e solo quello, ma voglio fare altre prove usando le matite colorate classiche, perché quelle acquerellabili non vanno bene in asciutto 😉
Alla prossima.

domenica 18 novembre 2018

Un volto agli alberi


Possono gli alberi avere un’anima? O addirittura un volto?
Nella mia mente sì, come probabilmente in quella di Tolkien, un autore che ha fatto storia.

Copyright 2018 Marina Zanotta

mercoledì 22 agosto 2018

L’importanza del naso


Il naso in un ritratto è di fondamentale importanza, ed è in grado di cambiare completamente l’espressione di un volto.
Un naso importante sposta l’attenzione sugli occhi, il nasino all’insù invece sulle labbra. Fateci caso quando vi ritrovate ad osservare una persona che ha catturato la vostra attenzione per qualsiasi motivo.
Vedrete e capirete meglio guardando le due versioni di uno sketch veloce che ho fatto ieri sera, dove cambia solamente la forma del naso.
Il disegno non è esente da critiche; bisognerebbe apportare alcune modifiche in tema di luci ed ombre, ma i miei sketch non sono mai completi, sono solo l’inizio di qualcosa o studi su un determinato argomento.
È ciò che intendo con il termine sketch.
La prima versione, con il naso all’insù, non va bene per come è stato disegnato il mento, ma nonostante tutto il viso cattura.

Copyright 2018 Marina Zanotta

domenica 19 agosto 2018

HARRY POTTER TIME. RIGLIETTI E KAY A CONFRONTO.

Oggi volevo mettere a confronto due illustratori che sono stati travolti dal mondo potteriano.
Si tratta di Serena Riglietti, la prima illustratrice della saga di Harry Potter, e Jim Kay l’ultimo che ha curato le illustrazioni dell'ultima riedizione.
Due stili completamente diversi, che risentono del tempo dell’esecuzione delle illustrazioni. Con questo intendo dire che Kay si è occupato delle illustrazioni vent’anni dopo la prima pubblicazione e il successo della saga. Vuol dire molto.
Quello che vorrei mettere in evidenza è il “concept” delle illustrazioni, che partono da uno o più modelli di prova prima di arrivare al definitivo. È un gran lavoro credetemi.
Vi segnalo subito che tutte le immagini di Kay sono state reperite nel web, e molto altro dell’artista lo potete scoprire nel suo sito ufficiale a cui vi rimando, in modo da poter conoscere ed apprezzare questo Artista a tutto tondo.
Le immagini della Riglietti sono invece tratte dal suo libro di illustrazioni, che ho comprato parecchio tempo fa, dedicate per lo più a Harry Potter ma non solo.

copyright 2018 Marina Zanotta

martedì 7 agosto 2018

Sketch home un po’ urban style


Oggi giornata di riesumazioni (vedi anche l’altro blog).
Questo sketch l’ho fatto a maggio, quando cercavo di uscire, attraverso la pittura, dal lutto che mi ha toccato. Ovviamente non mi sono ancora ripresa, e ci vorrà ancora parecchio tempo, ma andiamo avanti.
Guardandomi intorno, nel mio quartiere, c’è questa palazzina che quando si illumina di notte mi è di grande ispirazione. Scrivo fiumi di parole, racconti per lo più, e mi riporta alla mente tanti ricordi, e non so spiegarmi il motivo. Sarà la luce calda che si staglia contro il cielo scuro.


copyright 2018 Marina Zanotta