domenica 14 agosto 2016

Geometrie

Tempo per dipingere è praticamente pari a zero, e le illustrazioni non fanno eccezione.
Per lo più scarabocchio, senza voler dare un senso a quello che imprimo sul foglio.

Qualcuno lo definisce “astratto”, per me ha tutt'altra natura.

Copyright Marina Zanotta


L’ho intitolato “Geometrie”.
Ho usato il plurale perché è uno di quei disegni che non hanno un dritto o rovescio, ma assumono un senso (forse) a seconda di chi le osserva.

Copyright Marina Zanotta

Diciamo che funziona un po’ come il test di Rorschach :D
Avete presente?
Ecco ognuno ci vede quello che vuole.
Prometto di non formulare profili psicologici della personalità.
Il terzo e quarto giro del foglio lo lascio fare a voi mentalmente ;)
Buon Ferragosto!


6 commenti:

  1. Allora mi butto. Ricordati la promessa eh.. niente profilo psicologico 😃
    Due innamorati e il segno centrale, quello che li unisce, è la passione. Infatti stanno per baciarsi 😊😊😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto bello quello che ti ha ispirato Patricia, sono quasi emozionata.
      Adesso lo sto guardando con occhi diversi :))
      Sei fantastica!
      Nessun profilo psicologico, come promesso ;)
      Un abbraccio
      Marina

      Elimina
    2. Grazie! 😚 però è la prima idea che ho avuto. Non so perchè.

      Elimina
    3. Perché il semicerchio nero più grande è maschile e quello più piccolo femminile, come in natura. Se li isoli dalla parte centrale, ci vedi due volti alla Picasso ;)
      Dopo questo azzardo, e aver fatto ribaltare nella tomba il grande pittore, vado a dormire :P
      Così è se vi pare (Pirandello docet)
      Marina

      Elimina
    4. A Picasso non ero arrivata ma sì.... anche a Dalì 😊

      Elimina
    5. Solo per i baffi di Dalì :D
      Le sue opere le trovo inquietanti, seppur visionarie.
      Bacio
      Marina

      Elimina

I commenti verranno pubblicati in differita. E' stata disattivata l'opzione Anonimo per evitare lo spam.