lunedì 10 ottobre 2016

Darla & Daniel #5

Di seguito la continuazione della blog novel di Darla & Daniel.
Buona lettura

- Capitolo 5 -


Erano passate settimane senza che Daniel riuscisse a incrociare, anche solo per caso, Darla.
Tutti a scuola erano impegnati nella verifica trimestrale. A Daniel sarebbe piaciuto studiare e prepararsi con lei, ma la sentiva distante e particolarmente taciturna. Con lei non c’era più Carl, ma nessuno dava segno di preoccuparsi della sua mancanza.
Durante il tema di italiano, lingua straniera per entrambi, fece planare un aereoplanino sul suo banco, poiché non aveva il suo numero di cellulare, diavoleria tecnologica che non le aveva mai visto in mano. Sul foglio c’era scritto: “Spero che il gatto stia bene. Daniel.”.
Darla si voltò a guardarlo, con gli occhi pari a quelli di una drogata: Indifferenti, annoiati e allo stesso tempo incazzosi per essere stata disturbata. Accartocciò il suo piccolo capolavoro di ingegneria aereonautica e lo gettò nel cestino ai suoi piedi.
Daniel ci rimase male, e riprese ad occuparsi del compito in classe. Al suono della campanella si sentiva sconfitto più per il comportamento di Darla che per la difficoltà del compito che riportava un titolo imbarazzante: “come vedi i tuoi compagni di scuola”.
In coda alla consegna degli elaborati si potevano udire risate sommesse e sguardi complici, forse per qualche malignità scritta, il tutto in un brusio generale di scontento.
Darla era tra le ultime. Il suo compito sembrava eccessivamente carico di inchiostro, ed era stato sviluppato in una sola paginetta, e nemmeno fronte-retro. Qualche commento era giunto anche all’orecchio di Daniel: “Hai visto quanto è breve il suo tema?”
“D’altronde non parla mai con nessuno, cosa mai potrà aver scritto?”
“Beata lei che ha il dono della sintesi!”
“Scusa Darla” disse Annabella, passandole avanti e sventolando le sue trecce rosse, “devo scappare alla lezione di pianoforte. Dlin dlin dlin … ” bofonchiò spiritosamente gesticolando.

A Darla piaceva Annabella, era svitata al punto giusto.  


L’elaborato di Darla era costituito da poche righe di testo e da un disegno: “I miei compagni sono tutti uguali. Appartengono alla medesima specie, e mancano totalmente di originalità, ma hanno un futuro davanti a sé: si chiama evoluzione. Forse ce la faranno!”
Il professore Preston alzò lo sguardo dallo scritto con un mezzo sorriso sul volto e quando incrociò lo sguardo intelligente dell’alunna più brillante della sua classe si limitò a dire “chi manca ancora?”
“Manca solo il mio elaborato professore” disse Daniel porgendo il suo compito, e sfiorando, inavvertitamente, la spalla di Darla.
“Oh Barlington! Per te non sarà stato un compito facile, ma non preoccuparti ti rimetterai presto in pari” gli disse in modo affabile.
“Certo professore, sono già a buon punto …. Ora, dovrei andare agli allenamenti di nuoto”
“Vai vai ragazzo ….”
Darla lo precedeva di pochi metri, e ciondolava anziché camminare. Daniel era indeciso se chiamarla, ma dopo una prima esitazione prese a correre e la raggiunse.
“Torniamo a casa insieme? … dopo gli allenamenti …. Voglio dire domani … cioè appena è possibile …. Se ti va ….”
C’era così freddo intorno a lei, che Daniel si sentì impotente. “L’implosione” era un evento che non era in grado di affrontare e gestire.
Darla lo guardò all’improvviso negli occhi e Daniel sussultò dalla paura. I suoi occhi erano bianchi, e un’ombra le attraversò le pupille. Cal era stato ferito!
Daniel la scosse per le spalle nel tentativo di farla uscire dalla trance. Lei perse l’equilibrio ma non cadde a terra perché afferrò prontamente gli avambracci di lui. I suoi occhi tornarono verdi, gentili e sinceri. “Daniel dobbiamo trovare Cal”.

... To be continued ...

All rights reserved
(Tutti i diritti riservati)

4 commenti:

  1. Ohilalà Marina... e ora che capiterà? Povero Cal che gli sarà successo?
    Strano la stato di trance di Daria però... però l'amicizia profonda è già nell'aria. Anche qualcosa di più di un'amicizia. Sono troppo romantica?
    Bello, Marina. La giusta suspence

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo un'amicizia che profuma d'amore? ^-^ ... Ma non voglio che risulti troppo mielosa. Avvisami eh (se succede)?
      Grazie!
      Un bacio
      Marina

      Elimina
    2. Tranquilla! Te lo dirò :))
      Ma siamo poi sicure che un po' di romanticismo non faccia bene????? ahahahahah

      Elimina
    3. Si che ci sta! :D ah ah ah
      Non posso svelare e anticipare troppo, ti pare? ...
      Alla prossima ;)
      Marina

      Elimina

I commenti verranno pubblicati in differita. E' stata disattivata l'opzione Anonimo per evitare lo spam.